Regione

I Sindaci segnalano le criticità nei servizi delle Poste

di CS

Dopo che poco meno di 100 Sindaci si erano rivolti ai massimi vertici nazionali di Poste Italiane spa e a seguito di una partecipata assemblea con il Vice Direttore Generale Giuseppe Lasco a Pordenone lo scorso 11 febbraio 2020 è stato istituito un tavolo di confronto permanente a livello regionale in sede Anci FVG.
Il Presidente regionale dell’Anci, Dorino Favot, e il delegato ai rapporti con Poste Italiane, Markus Maurmair, in una lettera indirizzata al Vice Direttore Generale di Poste Italiane spa Giuseppe Lasco evidenziano che finora si è perso solo tempo facendo melina e chiedono che siano ripristinati gli orari degli sportelli postali ritornando a prima delle chiusure causate dal primo lockdown per l’emergenza sanitaria nazionale.
Inoltre viene richiesto un nuovo incontro con il Vice Direttore Generale perché così non si può andare avanti.
Pensionati in coda ogni giorno fuori dagli uffici postali da Trieste a Pordenone, da Azzano Decimo a Casarsa della Delizia con situazioni al limite come nel caso di Valeriano dove l’ufficio postale è aperto una sola volta alla settimana.
Visti gli ingenti utili di Poste Italiane spa si rilancia la richiesta che in ogni Comune sia installato un postamat evoluto per limitare i disagi alla popolazione.

Ultimo aggiornamento: 20/01/2021 02:59