Basiliano, Sociale

Raccolta rifiuti abbandonati: ci pensa la Protezione civile

di Amos D'Antoni

I volontari della Protezione civile del Comune di Basiliano negli ultimi tempi hanno svolto un’attività di esercitazione finalizzata al monitoraggio del territorio e all’individuazione dei siti maggiormente interessati dall’abbandono dei rifiuti con la raccolta degli stessi. L'iniziativa sostituisce la giornata ecologica che il comune organizza annualmente ma che in questa fase emergenziale risulta di difficile gestione.
Nelle due giornate sono stati raccolti tanti sacchetti abbandonati, pneumatici ed altri rifiuti pericolosi depositati ai margini delle strade di campagna. L’inciviltà di molti costringe i volontari della Protezione civile e anche gli operai comunali ad impegnare diverse ore settimanali per la raccolta e la pulizia.
I rifiuti trovati vengono conferiti al servizio gestito da A&T2000 e rientrano tra i costi che vengono suddivisi tra tutti i cittadini. Il Sindaco Marco Del Negro afferma che: “molti credono che la cura del territorio sia un compito cui deve ottemperare solo il Comune. Non comprendono però che il Comune siamo tutti noi. Pertanto, non sporcare e raccogliere quanto gettato da maleducati è un modo per prendersi cura dell’ambiente e ridurre i costi della raccolta.” Il primo cittadino conclude mettendo in luce che “Basiliano anche nel 2020 è stato tra i Comuni friulani più attenti all’ambiente, risultando nella gestione dei rifiuti, terzo nella classifica di categoria dell’iniziativa nazionale Comuni Ricicloni”.
Dal punto di vista del controllo, le foto-trappole posizionate in punti critici del territorio hanno consentito di sanzionare alcuni colpevoli. La Polizia locale ne acquisterà di nuove per rendere più capillare l’attività di repressione.
Infine, l’Assessora all'ambiente Sandra Olivo, “ringrazia i volontari della Protezione civile ed i tanti cittadini che autonomamente si prendono cura del territorio, pulendo la strada davanti alla propria abitazione, raccogliendo rifiuti durante le camminate in campagna, facendo al meglio la raccolta differenziata, consumando poca acqua ed energia”.
Ultimo aggiornamento: 20/04/2021 01:51