Codroipo, Sport

Riprendono i corsi di tiro con l’arco

di Presidente, Compagnia Arcieri di Codroipo

Nel 2000 nasce a Codroipo la Compagnia arcieri, associazione sportiva dilettantistica fondata da alcuni appassionati di questa disciplina, le cui origini risalgono alla notte dei tempi, quando era legata alla sopravvivenza umana.
A circa trentamila anni fa risalgono le prime immagini di uomini dediti alla caccia con l'arco. Da strumento da caccia divenne nel corso dei millenni anche arma da guerra, determinando le sorti di eserciti e di potentati. Nella storia militare l'uso dell'arco vide il suo declino con l'avvento delle armi da fuoco. Da allora sopravvisse soltanto come pratica ludica fino a quando, nel 1700 in Inghilterra nacque la Reale Società di Toxopholite, ovvero di appassionati di tiro con l'arco, il cui nome è evidentemente legato all'uso del "tasso" quale essenza lignea preferita e adatta alla realizzazione degli archi lunghi. Essenza che grazie alle sue caratteristiche di elasticità e stata sfruttata nei secoli per realizzare principalmente tali strumenti. Un secolo e mezzo dopo, intorno alla metà del 1800, sempre in Inghilterra, furono organizzati i primi campionati di tiro con l'arco. Nel XX secolo questa pratica entrò a far parte delle discipline olimpiche e rientra, pertanto, tra le attività sportive promosse e annoverate anche dal Comitato Olimpico Nazionale Italiano (Coni).
La Compagnia Arcieri di Codroipo è affiliata al Coni e organizza in ambito federale gare di tiro con l'arco a Codroipo e a Rivolto. I suoi atleti inoltre partecipano alle gare regionali, interregionali e nazionali organizzate dalla Federazione nazionale. Svolge la propria attività nel campo di tiro di Rivolto, adiacente all'antica chiesa di Santa Cecilia. Si tratta di uno dei più grandi campi di tiro con l'arco tra quelli esistenti in Regione.
La società organizza inoltre escursioni di tiro nella vicina Austria su percorsi 3D che si sviluppano tra i boschi in montagna con diversi gradi di difficoltà di tiro. Dopo la pausa forzata dovuta all'emergenza Covid, il prossimo 27 febbraio, dalle ore 15.00, riprenderanno nel campo di Rivolto, all'aperto, le attività di allenamento delle ragazze e dei ragazzi e i corsi di tiro per i principianti dai nove ai 20 anni.
I corsi per gli adulti invece sono previsti in altre giornate e orari e si svolgeranno contestualmente alle sedute di allenamento degli arcieri più esperti. Il tutto si svolgerà nel massimo rispetto delle norme sanitarie di sicurezza anticovid e con l'ausilio dei dispositivi di protezione individuale.
Principianti, ragazzi e adulti, saranno, come di consueto, affiancati dagli arcieri istruttori della Compagnia.I corsi per i principianti si svolgono individualmente o in coppia, seguiti da un esperto istruttore. L'attrezzatura per svolgere il corso è messa a disposizione dalla Compagnia. I bersagli, di tipo e dimensione olimpica, sono posti a distanze diverse. Per i principianti si trovano inizialmente alla distanza di cinque metri, per aumentare progressivamente fino ai diciotto metri. Per le sedute di allenamento degli arcieri più esperti e praticanti, i bersagli si trovano alle distanze di 18, 30, 50, 70 e 90 metri. Il campo ha anche una postazione di tiro specifica per la taratura su diverse distanze dei mirini degli archi olimpici. Le tipologie degli archi utilizzati sia per i corsi sia per gli allenamenti, rientra tra quelli ricurvi (olimpici e compound) e quelli lunghi (longbow).
Quest'anno prenderà avvio anche un corso di tiro con la balestra sportiva.
Ultimo aggiornamento: 20/04/2021 01:51