Arte e spettacoli, Ricordi

Addio a Ray Lotta memorabile in "quei bravi ragazzi"

di Angelo Cannella

Ray Liotta, indimenticabile attore di "Quei bravi ragazzi", film culto degli anni '8
90, è deceduto nel sonno all'età di 67 anni, durante le riprese del film Dangerous Waters, in Repubblica Dominicana. Liotta stava per sposarsi con la compagna Jacy Nittolo che si trovava con lui sul set del film.
Dopo aver esordito in film tv come "Another World" e in soap come "A cuore aperto" e "Casablanca", spicca il volo grazie al regista Jonathan Demme nel film "Qualcosa di travolgente", per poi confermare il suo successo con un ruolo di protagonista nel film di Martin Scorsese, "Quei bravi ragazzi".
Nato il 18 dicembre 1954 a Newark, New Jersey (USA),rimane presto orfano, è stato adottato all'età di sei mesi dalla famiglia Vidimarli. Dopo aver frequentato l'Union High School, ha lavorato in un cimitero per guadagnare quel tanto che gli servirà per pagarsi gli studi di recitazione
Dopo il suo esordio nel film TV e nelle soap, ha recitato anche nel musical "Tutti insieme appassionatamente" (1974) nel ruolo di Kurt Von Trapp.
Ma la vera esplosione di fama è arrivata quando Melanie Griffith, allora moglie di Steven Bauer, ha raccomandato Liotta al regista Jonathan Demme per il film "Qualcosa di travolgente", dove anche lei recitava. Il ruolo dell'ex marito galeotto psicopatico e violento, gli ha fruttato una nomination ai Golden Globe come miglior attore non protagonista,
Successivamente, sceglie di recitare per piccoli film come "Nick e Gino" di Robert M. Young che ha sorpreso tutti per il grande successo, e successivamente passa a "L'uomo dei sogni" di Phil Alden Robinson, con Kevin Costner, pellicole che dimostrano il suo talento anche per ruoli totalmente al di fuori della criminalità.
Negli anni Novanta, a sorpresa, Martin Scorsese lo sceglie come protagonista del suo "Quei bravi ragazzi" nel ruolo di Henry Hill.
Da quel momento alterna ruoli drammatici come quello del poliziotto in "Abuso di potere" di Jonathan Kaplan con Kurt Russell, a ruoli più romantici come quello del vedovo di "Una moglie per papà " di Jessie Nelson con Whoopi Goldberg, passando perfino per il war-movie con "Quando gli elefanti volavano" di Simon Wincer.
Nel 1997 si sposa con l'attrice e produttrice Michelle Grace, dalla quale divorzierà solo nel 2004, dopo aver avuto la sua unica figlia, Karsen, anche lei attrice.
All'inizio del 2000 comincia a recitare come protagonista in alcuni film di serie B o indipendenti che finiscono soprattutto sul piccolo schermo.
È stato il grande Ridley Scott a riportarlo un po' sulla via della notorietà inserendolo nel cast di "Hannibal" nel 2001, oltre che in "Heartbreakers - Vizio di famiglia" di David Mirkin.
Magnifica la sua interpretazione del padre dello spacciatore George Jung (Johnny Depp) in "Blow " di Ted Demme e si dicono grandi cose anche quando si fa dirigere da Guy Ritchie in "Revolver". Seguono poi "Svalvolati on the road" (2007), "Smokin' Aces" (2007)," In the Name of the King "(2008), "Crossing Over "(2009), "Segui il tuo cuore" (2010) e "Cogan - Killing Them Softly "(2012).
Nel 2013 è nel cast di "Come un tuono" di Derek Cianfrance, accanto a Ryan Gosling, Bradley Cooper ed Eva Mendes. Recentemente partecipa a "La regola del gioco" di Michael Cuesta e a "Go with me" di Daniel Alfredson.
Numerosi le manifestazioni di affetto pubblicate su molti social per la sua prematura scomparsa da parte di diverse star di Hollywood.

EVENTI DI OGGI

Villa Valetudine, Via Codroipo 25, Camino al Tagliamento, Ogni giorno, anche sabato e domenica previo appuntamento
Mostra personale IVAN ZUCCHIATTI
Villa Manin, Passariano, Codroipo
Mostra
Sala Convegni di Villa Manin , 20.45
La verità dei sogni
Codroipo Sala Abaco, 20.30
Incontro
SEGNALA EVENTO
GALLERY
INFO UTILI
RIVISTA STAMPATA
Ultimo aggiornamento: 30/11/2022 13:34